Acqua...

Buongiorno raggi di luce...
Anche noi, come l'acqua che scorre, siamo viandanti in cerca di un mare...
d
Da piccola ho sentito che l’acqua era l’elemento che segnava quotidianamente la vita delle persone. Pioveva e pioveva e sembrava che non dovesse mai smettere, il cielo diventava buio, calavano le tenebre, nonna e mamma) chiudevano la porta e le finestre. Quando arrivavano i fulmini e i tuoni (“lampi e troni”) terribili, rumorosi, accecanti, giungeva alle mie orecchie una voce imperiosa: «Non andare alla finestra». Ho ancora una paura reverenziale dei tuoni e dei fulmini. E pioveva e pioveva e la nonna e la mamma accendevano la candela benedetta della Candelora e pregavano Santa Barbara, che stava in un campo e “lampava e tronava” e lei, l’amara, non aveva paura, “non si spagnava”. Improvvisa la pioggia cessava e mi affacciavo al balcone per vedere uno spettacolo incredibile. La strada in discesa, quella dei giochi e delle corse, era un torrente scuro marrone, come la terra argillosa che  trasportava pietre, piccole e grandi, rami, piante, oggetti metallici ..La sorpresa e lo spavento duravano poco. Passato il pericolo, eravamo, noi bambini, immersi in quel fiume, abili a inventare giochi, a costruire barchette di carta e di legno che facevamo andare lontano lontano . C’era l’acqua dei due fiumi, dove le donne lavavano i panni, e dove noi bambini guardavamo ammirati, e poi l’acqua delle fontane vicino al paese e ancora l’acqua della fontana dove le donne sostavano e litigavano per il turno, con uno o più bambini attaccati alle vesti e in mano i recipienti di creta. Le prese che servivano per abbeverare gli orti e l’acqua non bastava mai: bisognava alzarsi presto, prendere il turno, rispettarlo e non era sufficiente. Avevo anch’io, nell’orto vicino alla casa, la fontana personale, una sorgente d’acqua che accudivo e che aggiustavo e accarezzavo come una donna amata. ....E in una proprietà di mio nonno c’era la fontana di Animella, piccola anima, dove, si diceva, chi beveva diventava pazzo e strambo. Mi capita di sorridere pensando a quanta acqua dei pazzi ho bevuto, tanta per non adattarmi alle vere follie del mondo. ..
#mirtillaus #siicomemirtilla

miss mirtilla us

Nessun commento:

La casa di mirtilla

La casa di mirtilla

Seguimi su instagram


.